Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Home / eventi  / Moon in June all’Isola Maggiore

Moon in June all’Isola Maggiore

Dal 22 al 24 giugno torna il festival del Trasimeno

Musica e non solo, in scena, al tramonto, sulle acque del lago Trasimeno

Jens Lekman

Jens Lekman

 

La prestigiosa direzione artistica di Vinicio Capossela nel 2015 che ha dato il via a tutto, l’omaggio a Robert Wyatt nel 2016 per arrivare poi al ricordo di Luigi Tenco da parte di Morgan lo scorso anno. Anche nel 2018, la quarta edizione del festival Moon in June, in programma all’Isola Maggiore del Lago Trasimeno il 22, 23 e 24 giugno, porterà ancora musica di qualità, e non solo, in scena al tramonto. Ancora nella splendida cornice del lago umbro, la manifestazione – a cura dell’Associazione Moon in June – propone tre giorni unici e irripetibili per animare ancora una volta il suggestivo e unico scenario dell’Isola situata nel cuore del Trasimeno.
Il tramonto lacustre quest’anno sarà accompagnato, tra gli altri eventi, da Le Luci della Centrale Elettrica, progetto artistico/musicale di Vasco Brondi che per l’occasione propone l’originale spettacolo studiato appositamente per l’isola dal titolo Terra spirituale e tecnologica. E poi ancora, la voce più interessante del panorama musicale italiano, il cantante, compositore e performer John De Leo affiancato dal suo trio, e il cantautore e musicista svedese Jens Lekman. Spazio anche a musicisti umbri tra cui Matteo Schifanoia e, come anteprima al Campo del Sole a Tuoro, la band Lstcat oltre che alle realtà locali della scuola di musica Doremilla (special guest Ginevra Di Marco) e del Dipartimento di Elettronica del Conservatorio di Perugia.

Anteprima a Tuoro

Moon in June quest’anno prende il via con una anteprima a Tuoro, al Campo del Sole, venerdì 22 giugno a partire dalle ore 18,45: Fields conduction è il titolo del concerto che sarà realizzato da una piccola orchestra che darà vita a oggetti elettronici riciclati e reinventati. Alle ore 19,45 il gruppo Lstcat suonerà brani di Ginevra Di Marco, con lei ospite, accompagnati anche da Francesco Magnelli.

Sabato 23 giugno

Sarà la volta del progetto più atteso: un concerto unico al tramonto di una delle realtà musicali più importanti in Italia. Vasco Brondi / Le luci della Centrale Elettrica, ha annunciato una serie di appuntamenti live, molto particolari e fuori dal circuito tradizionale dei tour estivi tra questi proporrà dalle ore 19,45 la serata Terra spirituale e tecnologica, spettacolo per Canzoni e letture sull’altro ieri e su dopo domani. «Sia da musicista che da spettatore» spiega Brondi «amo quando i concerti sono in posti speciali ed era un po’ l’idea di questi concerti estivi, non solo ascoltare musica ma fare un’esperienza, muoversi. Uscire dalle solite rotte e raggiungere posti come quest’isola in mezzo al Trasimeno, dove tutti raggiungeremo il palco in barca e suoneremo al tramonto».

 

John De Leo

John De Leo

Domenica 24 giugno

L’ultimo giorno sarà il giorno di John De Leo e Jens Lekman. Ad aprire il pomeriggio musicale sarà alle ore 18 il quartetto del cantautore perugino Matteo Schifanoia. Quando la letteratura cantautorale assume toni goliardici e inaspettatamente assurdi ecco che nasce il cantassurdautore. Così viene definito Schifanoia le cui canzoni si muovono tra il pop, la canzone d’autore e il teatro canzone, in una sintesi di diversi generi musicali che veste perfettamente i suoi testi ironici, a tratti poetici, a tratti assurdi, che ci raccontano i nostri tempi. Insieme a lui sul palco Alberto Argirò alla batteria, Matteo Manescalchi alla chitarra elettrica, Lucio Esposito al basso elettrico e contrabbasso, Giulia Zeetti ai cori.
Alle 19 toccherà a John De Leo. Il progetto in duo con il chitarrista Fabrizio Tarroni è uno dei primi connubi musicali del cantante (voce, live looping sampler, Karaoke giocattolo, laringofono). Capace d’interpretare la sua Gibson semi-acustica anche come una vera e propria percussione, Tarroni fonde questa tecnica originale con le idee e la voce eclettica di De Leo. Al collaudato duo si aggiunge un altro collaboratore storico di John: Franco Naddei (in arte Francobeat) che campiona e manipola i suoni in tempo reale aggiungendo alla matrice acustica un sound complessivo più elettronico. Alle 20 inizierà l’esibizione di Jens Lekman, classe 1981 e considerato un vero e proprio talento della nuova canzone pop d’autore.

Il programma completo: http://www.mooninjune.it/