Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Home / Rubriche  / Junior  / Coast to coast

Coast to coast

Al lago di Vagli si può volare da una sponda all'altra

Il Parco naturale regionale delle Alpi Apuane custodisce il lago di Vagli, un bacino artificiale – nato dallo sbarramento del torrente Edron – che nasconde un paese sommerso e che regala brividi con un ponte sospeso nel vuoto e un cavo per sorvolarlo.

Lago di Vagli, foto Vagli Park

 

Siamo in provincia di Lucca, in Garfagnana. Qui nel 1948 con la costruzione di una diga è nato il lago di Vagli. La sua nascita ha però distrutto diversi paesini tra cui la frazione di Fabbriche di Careggine – fondata nel XIII secolo, vi abitava una colonia di fabbri ferrai proveniente da Brescia, che lavorava il ferro estratto dal Monte Tambura – che venne completamente sommersa dalle sue acque. Puntualmente le case, che hanno resistito nel tempo, ricompaiono in occasione degli interventi di manutenzione e dello svuotamento del lago. Infatti, fino al 1994 il bacino veniva svuotato ogni 10 anni, ma, per motivi tecnici e a causa della siccità dei due anni precedenti, lo svuotamento previsto nel 2004 non ha avuto luogo: così, da oltre vent’anni, Fabbriche di Careggine non torna più in superficie, privando tutti di uno spettacolo davvero suggestivo.

 

Il paese sommerso che riaffiora

Camminare nel vuoto

Il lago toscano regala brividi ai suoi visitatori: non solo con il suo paese fantasma. È possibile, infatti, passeggiare sopra le sue acque grazie al ponte sospeso su funi, costruito nel 2016. Fungendo come collegamento tra le due sponde, è situato in una posizione ottimale che permettere a chi lo attraversa di godere – da ogni angolazione – del panorama circostante: dalle cime del monte Tambura a quelle del monte Pisanino. Per rendere l’esperienza ancora più eccitante, al centro sono presenti delle lastre di cristallo trasparente, che aumentano il brivido e la sensazione di camminare nel vuoto. Un’esperienza unica per chi cerca nel mondo lacustre qualcosa in più rispetto alle classiche attività placide e sonnolente.

 

Volare sopra il lago, foto Vagli Park

Volare sopra il lago

Chi non si accontenta del ponte e vuole osare di più, non potrà perdersi l’occasione di volare sopra le acque a una altezza di 350 metri e con una velocità di 150 chilometri all’ora. Attraversare il lago e sorvolare il vecchio paese di Vagli Sotto agganciati a un cavo d’acciaio con apposita attrezzatura di volo.
Il vento in faccia, un panorama bellissimo e la sensazione di essere un angelo o un moderno Superman è un’esperienza adatta a tutti, compresi i bambini e le persone diversamente abili, perché – è inutile negarlo – chiunque, almeno una volta nella vita ha sognato di volare.  

 

 

Per maggiori informazioni: Vagli Park

 


Laureata in Scienze della Comunicazione e giornalista pubblicista dal 2008. Ha lavorato come collaboratrice e redattrice in quotidiani e settimanali. Ora collabora con un giornale online e con un free press. È appassionata di cinema e sport.