Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Vacanze pescose

Un giro tra i laghi del Trentino Alto Adige

La seconda settimana di Luglio 2017 sono partito con moglie e il mio cane, dal nome di Cavedano, alla volta del Friuli – e precisamente a Levico Terme – per sei giorni di vacanza presso un hotel gestito da un famoso pescatore della zona che ha all’attivo una trota di quasi 10 chili.

animali lago di tovel

Cavedano fa un bagno nel Lago di Tovel

L’attrezzatura

pesca laghi del trentino

Cavedani in acqua bassa

Al seguito ben otto canne: una bolognese di 7 metri, due da fondo generico, una fissa da 7 metri e quattro canne da spinning; due per spinning da 2 a 15 grammi, una da 10 a 30 grammi e una per spinning pesante da 30 grammi e oltre. Naturalmente non mancavano mulinelli a go-go e attrezzatura varia.
Il lago ha una spiaggia di ghiaia e un grande parco molto curato. Decidiamo di passarvi un pomeriggio di relax e, facendo un giretto lungo il lago, noto dei medi black bass e piccoli persici sole, oltre a qualche cavedano. Torno in hotel e faccio il buono pesca di pochi euro; dopodiché monto la bolognese e innesco uno dei vermi che avevo portato da casa su un galleggiante affusolato da 2 grammi. Pesco un bel cavedano.

Le piramidi di terra

Il secondo giorno è destinato ad un giro a Bolzano. Prendiamo la funivia Renon che porta sopra Bolzano, a 1200 metri, e poi un trenino che, attraversando paesini e altipiani, giunge fino a Collalbo. Da quel punto in poi, a piedi, si raggiungono le piramidi di terra. Si tratta di un particolare fenomeno naturale causato dal continuo alternarsi di periodi di piogge torrenziali e di siccità. In questo modo, i terreni particolarmente friabili finiscono per erodersi, formando le cosiddette piramidi. Esse si trovano soprattutto in luoghi riparati dal vento che, in caso contrario, le consumerebbe ulteriormente. La loro durata dipende proprio dalla capacità di un masso o di un’insenatura rocciosa di proteggerle dagli agenti atmosferici.

Il giro dei laghi

I restanti giorni sono dedicati al binomio pesca e turismo: visitiamo Madonna di Campiglio, Riva del Garda, dove ho visto il fiume Sarca immettersi nel lago, il lago di Santa Giustina, quello di Molveno e quello di Toblino. Sul lago di Tovel dei pescatori esperti ci hanno fatto fotografare i tanti salmerini che avevano preso e che sembrano essere, assieme alle sanguinerole, gli unici pesci presenti. Cavedano ha fatto pure il bagno.

laghi del trentino alto adige

Lo splendido Lago di Tovel

Ho speso una fortuna in buoni pesca immergendo la lenza o l’artificiale in varie acque come il Noce, il Sarca a Pinzolo e altri torrenti minori di cui non ricordo il nome. Naturalmente mia moglie era sempre ferma in auto col cane e solo in una occasione è riuscita a fotografarmi mentre pescavo.
Col verme – tecnica tocco –  ho preso poco, mentre a spinning qualche trota l’ho pescata, comprese due trote marmorate di 700 grammi circa, un discreto numero di trote fario e qualche trota iridea.

pesca laghi del trentino

Trota

Per saperne di più sulla gestione delle acque in Trentino: clicca qui e qui.


Classe 1956, ex dipendente ASL (ora in pensione), è nato a Cameri (NO) e risiede vicino Biella. Ha collaborato per otto anni con due riviste delle ormai fallite Edizioni Olimpia,. Consigliere fondatore e della prima legislazione del CAGeP.