L’Humus di Lunga Vita

Nel cuore dell'Isola di Pantelleria vi è un bacino dispensatore di benefici. Sembra che persono la dea Venere amasse lasciarsi cullare dalle sue calde acque

Pensando alla Sicilia, pensiamo immediatamente al mare. Poi ci viene in mente la ricchezza sterminata di una terra in cui la bellezza naturalistica si è sposata in maniera sublime e armoniosa con il frutto dell’antropizzazione che, in questa perla del Mediterraneo, è espressione ai massimi livelli di storia, arte, cultura. Quindi pensiamo ai templi, agli anfiteatri, alle chiese barocche, agli edifici bizantini, e poi ancora alle saline, ai mercati del pesce… e poi di nuovo al mare. È inevitabile: Sicilia e mare rappresentano un binomio indissolubile.
Non tutti sanno però che tra le tante bellezze celate da questo territorio, sono presenti siti d’acqua dolce assolutamente peculiari che offrono all’Isola, se possibile, un ulteriore fascino.

laghi della sicilia

Lago specchio di Venere, foto di Mauro Silvia gentilmente concessa da I Love Pantelleria

In particolare, nel lato nord della piccola isola siciliana di Pantelleria, troviamo il Lago Specchio di Venere, un piccolo bacino lacustre di origine vulcanica situato all’interno della Riserva Naturale Orientata (il lago e la riserva nel 2016 sono stati inseriti nel Parco nazionale dell’Isola di Pantelleria).

La piscina della Dea

Lago Venere a Pantelleria, foto di Marco Copat per gentile concessione di I Love Pantelleria

Si narra che su questo lago Venere venisse a specchiarsi prima di incontrarsi con Bacco e che la dea amasse immergersi in queste calde acque. Qui anticamente sorgeva un piccolo tempio a lei dedicato che purtroppo è andato completamente distrutto.
Il lago sorge sul tratto terminale del pavimento della caldera di un vulcano; è lungo meno di un chilometro e largo poco più di mezzo e riserva una piacevole e salubre sorpresa: nella sua sponda meridionale si trovano sorgenti termali che sgorgano all’interno del bacino ad una temperatura compresa fra i 50 e i 60 gradi.
Si tratta di acque sature di zolfo mentre il fondale è ricco di un fango nero-verdastro reso prezioso dalla presenza di sostanze nutrienti grazie ai depositi di alghe termofile (cioè resistenti alle alte temperature sorgive).
Le acque e i fanghi sulfurei rappresentano un trattamento naturale con proprietà antinfiammatorie, ideali per chi soffre di artrosi, reumatismi e affezioni dermatologiche, ma sono anche un autentico elisir di bellezza per la pelle, in grado, a quanto pare, di restituirle vitalità ed elasticità.

pic by hamilton fai

Giardino Pantesco Donnafugata, foto by Hamilton per gentile concessione del FAI – Fondo Ambiente Italiano

Le sorgenti termali del lago Specchio di Venere possono godere di una particolarità da non sottovalutare: la grande abbondanza di fango che sono in grado di produrre. L’assenza di immissari infatti, fa sì che il lago sia alimentato solo dalle scarse piogge e dalle sorgenti, situazione che favorisce l’accumulo del prezioso humus. Il restringimento delle acque che avviene in estate a causa della siccità fa il resto: il fango è disponibile su tutta la costa meridionale, facilmente fruibile dai turisti che decidono di concedersi questa autentica vacanza di benessere.
Da non sottovalutare il lato nord del lago ideale per la normale balneazione e le cui spiagge sono ottimali per prendere il sole.
Frutti e ortaggi crescono copiosi nella fertile zona circostante, mentre nel vicino promontorio, sorge l’antichissimo paesino di Bugeber che può godere di una stupenda vista sul lago. A circa sette chilometri dal lago sorge poi lo splendido Giardino Pantesco Donnafugata, donato al FAI dall’azienda agricola Donnafugata e aperto da luglio a settembre.
Quest’angolo di paradiso insomma, merita senz’altro di essere visitato perché ricco di fascino, di pace, che lascia affiorare soltanto, quasi fosse un arcano ricordo, il tremendo tumulto dell’antico vulcano, che ritroviamo in quegli zampilli bollenti, in quel fango nero-verdastro che giunge ancora a noi dalle viscere della terra.


Clicca per scoprire alcuni consigli sui trattamenti da fare


Esperta di comunicazione multimediale e gestione di progetti, ha lavorato con grandi aziende e importanti editori alla creazione di applicazioni tecnologiche avanzate per prodotti finanziari, editoriali e contenuti in genere. Come editrice è oggi impegnata nella promozione del brand "I Like my Lake" attraverso l’organizzazione di eventi, la promozione di progetti culturali e la realizzazione di riviste multimediali e cartacee.